“Buongiorno, vorrei un caffè su misura”.
Mentre la cliente mi poneva questa domanda, alla radio passava You can’t get what you want, non la canzone dei Rolling Stones, ma quella di Joe Jackson.

“Le conosce le parole di questa canzone?”, le faccio.

“Certo, ed è tra le mie preferite. Ecco vedi che cominciamo ad intenderci?”.

“Non puoi ottenere ciò che vuoi se non sai quello che vuoi”, le canto in italiano.

“Be’, io voglio un caffè su misura. E il mio stato d’animo oggi, adesso, è un po’ quello della canzone”.

“Non riesci a dormire la notte?”, le chiedo.

“No che non ci riesco. Ma non è colpa del caffè. Allora, me lo fai un caffè su misura?”.

“Ma com’è che siamo passati subito al tu, non ci siamo mai visti prima. Comunque è un piacere. Io provo a indovinare, allora. Ho proprio creato stamane una miscela piuttosto malinconica in principio, ma con delle note speziate e agrumate che nel fondo ti cambiano l’umore. Ti preparo una bella tazza fumante. Ci vorrà il suo tempo. Accomodati intanto”.

“No, preferisco stare al bancone e guardarti. Ma posso pagarti in natura?”.

“Per un caffè, non mi sembra il caso. Mi metti in imbarazzo”.

“Facciamo un patto. Se il tuo caffè mi piace e mi cambia l’umore, ti do un bacio sulla bocca. Lo vedi che sono bellissima. E tutti mi vorrebbero baciare. Altrimenti te lo pago in contanti”.

“Ma anche io sono bellissimo e tutte mi vorrebbero baciare. E in più so anche preparare un ottimo caffè”.

“È vero, sei bellissimo, hai uno sguardo davvero sexy. Ma io so raccontare storie. Vediamo se ti racconto una storia che ti piace, mentre mi prepari il caffè. Alziamo la posta. Bacio con la lingua!”.

“D’accordo. Al diavolo la mascherina!”.

 

Alberto Del Giudice

 

Anna Muzio

Giornalista

Da vent’anni scrivo nell’incrocio tra turismo, food e attualità per testate di settore e non.

Mondo Caffè

Leggi il nostro libro dedicato al mondo del caffè.

 

 

Feltrinelli 

Ibs

Amazon

Il nostro concept

Altri articoli