Nel movimento dell’occhio
lo seguo attraversare
la piazza, fermarsi davanti
a un portone
poi tornare al tavolino,
al silenzio del suo caffè
che gira e gira
in un gorgo nero.

Nello sguardo nel gorgo muore
seduto a chilometri di avverbi.

Io composta sulla sedia,
senza peso,
a cercare la cipria
nella borsa, a spiarmi il trucco
che si disfa.

 

Giorgia Meriggi ci ha regalato questa poesia inedita in cui compare anche il caffè. Milanese, Meriggi ha pubblicato nel 2017 la raccolta Riparare il viola per Marco Saya Edizioni, collana Sottotraccia diretta da Antonio Bux.

 

Il dipinto, di Edward Hopper, è Automat (1927).

 

Giorgia Meriggi

Mondo Caffè

Leggi il nostro libro dedicato al mondo del caffè.

 

 

Feltrinelli 

Ibs

Amazon

Il nostro concept

Altri articoli